KC64Eth: Commodore 64/128 sulla Rete

Un C128 si connette tramite KipperTerm a una bash che gira su Mac OS X

Come si vede dall’immagine di copertina, presentiamo qui una interessante applicazione dei nostri amati 8-bit: il loro collegamento a Internet tramite la cartuccia KC64Eth, per esempio per farli diventare terminali remoti di macchine Un*x.

La cartuccia KC64Eth

Per il collegamento a Internet utilizzeremo un interessante manufatto hardware dei giorni nostri: la cartuccia KC64Eth, prodotta da Coding Koala. Si tratta di una cartuccia con doppia funzionalità:

  • Interfaccia di rete compatibile con due protocolli: RR-NET oppure TFE/NET64. Noi useremo la modalità RR-NET.
  • Una serie predefinita di ROM, da usare quindi come classica cartuccia contenente programmi

Il programma KipperTerm 128

Ovviamente la modalità più interessante è la prima. In tal caso la seconda scelta da effettuare attraverso i jumper (come vedremo fra poco) sarà tra C64Mode e C128Mode. In questo articolo useremo un Commodore 128 in modalità 80 colonne attraverso il programma KipperTerm 128, un emulatore di terminale, compatibile con lo standard VT100, ma anche con le BBS in PETSCII (quindi servirà la modalità C128).

Le configurazioni dei jumper

Ecco come si presenta la cartuccia KC64Eth con i suoi jumper con i settaggi di default:

Seguono i significati dei vari jumper:

  • Rosso: protocollo TFE (up) o RR-NET (down, default)
  • Giallo: funzionalità multirom (up) o Ethernet (down, default)
  • Verde: modalità 64 (up, default), o 128 (down)
  • Blu: selezione linea IO. Default: IO1 (down). Non cambiare
  • Bianchi: zone dello spazio di indirizzamento I/O. Non cambiare
  • Il trimmer in alto a sinistra verrà descritto più tardi
  • il tasto in alto a destra invece è un classico RESET della macchina

Dal momento che l’intenzione è usare KipperTerm 128 su Commodore 128, spostiamo il jumper verde in posizione “down” (modalità C128):

Collegamento fisico e lancio di KipperTerm 128

Colleghiamo ora la cartuccia a un cavo RJ45 e quindi al nostro Commodore 128, carichiamo e lanciamo KipperTerm 128: la configurazione di rete avverrà automaticamente in presenza di DHCP (che è la situazione più comune). In caso contrario si potranno impostare a mano i classici parametri di rete (IP, netmask, gateway e DNS server).

A questo punto col tasto F1 possiamo collegarci in telnet a macchine in giro per la Rete o alla nostra rete domestica. Proviamo a specificare questa macchina:

telehack.com

Come porta possiamo premere RETURN per indicare la porta 23, di default. Successivamente viene posta una domanda sull’encoding da utilizzare:

  • VT100
  • PETSCII
  • ANSI

Se vogliamo usare macchine UN*X, il protocollo da utilizzare è VT100, mentre se ci colleghiamo a BBS dedicate ai computer Commodore, scegliamo PETSCII. Il caso di esempio prima citato (telehack.com) utilizza VT100.

E come per magia… eccoci collegati in remoto tramite il nostro Commodore 128 a fare da terminale. Installando un server telnet (telnetd) su una macchina della propria rete locale sarà possibile collegarvici e “comandarla” tramite il piccolo 8 bit. Ecco alcuni esempi che ne danno un’idea:

Altri software che utilizzano RR-NET

Presso questo link https://www.protovision.games/hardw/rr_net_mk3.php?language=en è possibile scaricare altri software che utilizzano la modalità RR-NET della cartuccia KC64Eth, tra cui KipperTerm per C64, altri terminali PETSCII e VT100, ma anche server web e giochi per C64 che funzionano in LAN.

La modalità “Multirom” (EPROM)

Per completezza descriviamo la modalità associata al jumper giallo: se impostato in posizione “up”, cambia la funzionalità della cartuccia, che passa da scheda di rete a semplice “cartuccia multirom”. In questo caso, la ROM specifica va selezionata col trimmer che si trova sulla parte superiore, direzionando la freccia sulle cifre esadecimali che vanno da 0 a F, per la precisione la lista è questa, con la relativa cifra corrispondente:

Cifra Programma
0 Beamrider
1 Frogger 64
2 Defender
3 Dig Dug
4 Donkey Kong
5 Galaxians
6 Up’n’down
7 Gyruss
8 Ms Pacman
9 Pacman
A Pitfall
B River Raid
C Hero
D International Soccer
E SpeedDOS Copy
F Diagnostica C64

Nota importante su Diagnostica C64: è presente un lieve bug nella scheda, per cui la diagnostica potrà segnalare problemi che non ci sono (per esempio alla PLA). Pertanto si consiglia di non utilizzare la diagnostica presente in questa cartuccia.

Conclusioni

La cartuccia KC64Eth permette ovviamente tante altre applicazioni: qui ne abbiamo mostrato una piuttosto comune e attuale, ma ci sono in giro ad esempio anche delle BBS old-style (qui un elenco: http://cbbsoutpost.servebbs.com/, oppure https://www.triad.se/antidote) con tanto di grafica PETSCII, che ricorda i vecchi tempi, o anche browser testuali o addirittura webserver che girano su Commodore 64. Il prodotto è valido e l’unico limite è rappresentato dalla vostra fantasia per quanto riguarda le cose che è possibile realizzare.

Link esterni

Francesco Sblendorio

Francesco Sblendorio

Francesco Sblendorio nasce nel 1977. Nel 1985 fa conoscenza con il mondo dei computer attraverso un Commodore 16: da quel momento la discesa verso il lato oscuro è inesorabile e si trasforma in un geek impenitente. Nell'ambito del retrocomputing ha un sogno: che i vecchi computer non debbano semplicemente sopravvivere (conservando la loro funzionalità), piuttosto devono vivere, attraverso nuovi software sviluppati oggi per i computer di ieri.

Potrebbero interessarti anche...