Giochi italiani, purtroppo, mai nati

Continental Fight Amiga
Continental Fight Amiga

Erano i primi anni 90, Amiga era in una fase di evoluzione (…o involuzione). Da li a poco sarebbero arrivati i nuovi modelli con nuovi chip grafici e CPU più potenti.
I PC, dal canto loro, stavano crescendo montando schede SVGA ad alta risoluzione e  CPU incredibilmente veloci per l’epoca.
In salagiochi il “re” faceva capolino a colpi di hadouken ed oriuken. Street Fighter 2 era tra noi.. e nulla sarebbe stato come prima.
Animazioni 2D da mascella slogata, mosse speciali ed un numero elevato di lottatori resero per molti anni “tutto il resto noia” creando quella che poi sarebbe diventata una vera e propria mania ed un filone tutt’ora molto apprezzato.
Il nuovo prodotto Capcom avrebbe segnato un’era, un nuovo modo di intendere il “picchiaduro” e che avrebbe generato cloni illustri negli anni avvenire.

Come per ogni prodotto di eccellenza del periodo, vennero proposte varie conversioni per le maggiori piattaforme ludiche in auge; Super Nintendo, Megadrive, PC Engine…. e Amiga…
Purtroppo la maggior parte delle conversioni veniva fatta da US GOLD, famosa per aver ucciso OutRun, reso inguardabili altri illustri videogiochi… e convertito proprio il RE sul gioiello Commodore.
Non voglio dilungarmi sulla conversione di Street Fighter 2 su Amiga, bensì raccontavi la delusione di due giovani ragazzi italiani che, colti da sconforto e delusione vollero creare qualcosa di nuovo e sopratutto che rendesse giustizia a cotanto orrore.

Così nacque Continental Fight dalle menti di Michele Longo e Claudio Noventa (BitJocker) con le musiche di Filippo Rizzi (Filippetto), appartenenti alla scena demo come VEGA

Continental Fight 

 

Il gioco fu programmato da Claudio e le grafiche realizzate da Michele scannerizzando i sui disegni e potete immaginare il lavoraccio dietro allo sviluppo di un gioco simile, tra fondali, animazioni e caratterizzazione dei personaggi.
Il progetto fu presentato a Core Design la quale fu interessata… ma poi… qualcosa andò storto.

 

Il resto del racconto con dettagli prestissimo su RetroAcademy.
Abbiamo altri autori di giochi “indie” dell’era Amiga che hanno storie da raccontarci. Rimanete sintonizzati e seguiteci anche su Facebook.
https://www.facebook.com/groups/373522689448103/

Michele e Claudio saranno presenti all’evento del 3 maggio.

P.S. Stiamo cercando di ricostruire e compilare la demo per AMIGA!

 

Fabrizio Radica

Fabrizio Radica

Fabrizio Radica nasce nel '75. Appassionato di Computers, Videogames, Musica ed Arte. Ormai ha fatto pace con se stesso ammettendo di essere un Nerd :D

Potrebbero interessarti anche...